Benvenuti

Perugia Ieri Oggi Domani

Home / Parole di Pietra

Parole di Pietra

parole-di-pietra-perugia

Nel 2004, con l’attenta cura di Paolo Bartoli, il Comune di Perugia diede alle stampe un prezioso volume (Parole di pietra. Lapidi commemorative a Perugia dal 1860 al 2004, pubblicato da Benucci Editore). Non solo grazie all’elegante veste grafica, ma a interessanti commenti storici di varia natura, ogni epigrafe esaminata (109) – pertinente in qualche caso anche a località del contado perugino – si è rivelata perfettamente in grado di restituire il tessuto connettivo, dai fatti più rilevanti a quelli apparentemente meno significativi, che ha innervato gli ultimi 150 anni della storia della nostra città.

Anche gli stessi edifici su cui sono state apposte le lapidi sono spesso degnissima cornice del ricordo prezioso di avvenimenti importanti e di persone illustri legate a Perugia e tutto l’insieme costituisce un efficace richiamo della memoria storica e un importante strumento di definizione dell’identità morale e culturale della nostra Perugia.

Le condizioni e le possibilità di lettura attuali di molte delle lapidi evidenziano la necessità di interventi di pulitura superficiale attraverso i quali questo catalogo diffuso delle memorie locali sarebbe di nuovo pienamente fruibile a visitatori, ospiti e residenti che vivono al ritmo lento dei propri passi la Perugia più bella, quella da camminare.

 

Questo ipertesto della storia cittadina è sempre più minacciato dalla smodata espansione del quotidiano, che rende reale solo l’immediato e comprime quel senso di continuità storica che il messaggio delle lapidi commemorative vorrebbe trasmettere, eppure a sfogliare e leggere il libro la sensazione che emerge è l’immutabile attualità delle vicende e degli episodi riportati, che circostanziano e donano vita eterna ai personaggi le cui gesta formano il percorso del sentire e del vivere della città.

E’ previsto allora che gli interventi di pulitura vengano completati sia dall’attribuzione informatica della georeferenziazione geografica, che evidenzia in tempo reale via web la collocazione nelle piazze e nelle vie di Perugia, che dalla condivisione delle narrazioni che sul libro accompagnano ogni lapide, frutto di un certosino e preziosissimo lavoro di ricerca bibliografica, che costituisce l’effettivo elemento di raccordo tra la Perugia di Ieri, di Oggi e di Domani.
La diffusione informatizzata consente di allargare globalmente il bacino di utenza e la conoscenza del patrimonio epigrafico moderno e contemporaneo di Perugia (e quindi, come già detto, della sua stessa storia), favorendo nel contempo una appetibilità turistica particolare: essa risulta attraente non solo per gli specifici obiettivi culturali ma, anche e soprattutto, per una fruibilità che sfrutta la modalità informatica per proporre al cittadino percorsi pedonali mirati nei quali, naturalmente, non sarebbe nemmeno troppo difficile far confluire anche lo straordinario patrimonio storico-monumentale di Perugia e dei suoi tremila anni di storia.

Immagini e commenti tratti dal libro “Parole di pietra – Le lapidi commemorative di Perugia dal 1860 a 2004” a cura di Paolo Bartoli con la collaborazione di Marcello Catanelli, Claudio Ferracci, Serena Innamorati, Roberta Mancinelli.
Benucci editore 2004.
Copyright 2004 Comune di Perugia.
Scansioni di Emidio De Albentiis, progetto e realizzazione su piattaforma digitale di Marco Mignini.
A cura dell’Associazione Perugia ieri oggi domani

www.perugiaierioggidomani.it

 

 

Gruppo Facebook

>> <<